Condividi

 
Attenzione! ATTENZIONE!

Quando clicchi sul pulsante "Ordina Ora" potrebbe non aprirsi la pagina con il riepilogo dei dati del libro scelto: questo dipende dal fatto che sul tuo pc non installato un client di posta. Quindi, per completare l'ordine, devi inviare una email a: ordini@tulliopironti.it con i tuoi dati e quelli del libro scelto.
 

SOLO PER DANARO SOLO PER POTERE

SOLO PER DANARO SOLO PER POTERE

«La mia difesa è il ricordo.
Quello che dentro mi fa rivivere con puntualità ciò che è stato.
La difesa è il ricordo del passato e il ricordo del futuro.
O anche non voler conoscere o immaginare il futuro
poiché in quel futuro vi è tracciato a lettere di fuoco un giorno nero»


Mario Colella
Formato:15 x 21,5
Pagg.608
978-88-7937-590-0
€ 12,00


Come il più bello degli amori che accompagna l’uomo distogliendolo dal sonno e strappandolo al lavoro, come il più fedele amico che ascolta silenzioso gli sfoghi densi di speranza e delusione, così il diario di un notaio napoletano raccoglie il lungo viaggio interiore di un uomo.
Un anno di riflessione e d’impulso con cui tingere l’autobiografia di satira politica, analisi dei costumi e miti greci, dove i più pungenti aforismi del passato fermano, con la loro precisa descrizione, l’istantanea del presente e dove la storia di un singolo individuo non prescinde mai dalle vicende nazionali.
Un anno di vita in cui si condensa quasi un secolo di storia, di una società che cambia soltanto in apparenza perché rimane sempre in vigore la legge del più ricco e potente.

Mario Colella è notaio e docente di Diritto privato della facoltà di Giurisprudenza presso l’Accademia Aeronautica di Pozzuoli. È nato e vive a Napoli, dove ha iniziato la professione negli anni Settanta. Attualmente è insediato nei distretti riuniti di Napoli, Torre Annunziata e Nola. Collabora con la cattedra di Diritto agrario dell’Università di Napoli “Federico II” ed è stato giudice onorario aggregato (GOA) presso la IV sezione Stralcio del Tribunale di Napoli.


lascia un commento
blog comments powered by Disqus