Condividi

 
Attenzione! ATTENZIONE!

Quando clicchi sul pulsante "Ordina Ora" potrebbe non aprirsi la pagina con il riepilogo dei dati del libro scelto: questo dipende dal fatto che sul tuo pc non installato un client di posta. Quindi, per completare l'ordine, devi inviare una email a: ordini@tulliopironti.it con i tuoi dati e quelli del libro scelto.
 

Il sangue di Napoli

Il sangue di Napoli

Il nome di Jean Gruault è familiare soprattutto ai cinefili, che lo ricordano come uno degli sceneggiatori preferiti di Truffaut, Resnais, Rossellini. Solo due volte, finora, s’è cimentato con i libri: per raccontare la sua vita (Ce que dit l’autre, 1992), e per dare forma letteraria a una sceneggiatura sulla quale aveva lavorato con Truffaut poco prima della morte di quest’ultimo (Belle époque, 1996).
Il romanzo che oggi esce dal suo cappello di prestigiatore fa seguito a un progetto di film che Rossellini aveva sempre sognato di girare: un affresco avventuroso destinato a rievocare le rivolte popolari che sollevarono a metà del XVII secolo la città di Napoli, allora sottomessa alla dominazione spagnola.


Jean Gruault
Formato:14x21
Pagg.320
88-7937-365-X
€ 14,00


Non ci si allarmi: Il sangue di Napoli non vuole essere un “romanzo storico”, ma un racconto picaresco che mescola tutti i generi, e in cui il popolo napoletano, secondo il proprio genio, parla piuttosto crudamente.
Una storia per mostrarci, dal vivo, la faccia nascosta di un’epoca affascinante, e per farci scoprire alcune meraviglie poste sotto il doppio segno della truculenza e della malinconia: i fasti della delinquenza organizzata (di già!), la bella vita che si conduce nei conventi, gli amori complicati degli uni e degli altri, e le loro tresche, e la Morte Rossa, la peste, che si aggira per le strade e i vicoli della città partenopea.

Libri: Mon oncle d’Amérique, sceneggiatura (1980); Ce que dit l’autre, autobiografia, Julliard, 1992; Belle époque, romanzo, Gallimard, 1996.
Sceneggiature (in collaborazione con Francois Truffaut): Jules et Jim (1962); L’Enfant sauvage (1970); Les Deux Anglaises et le continent (1972); Histoire d’Adèle H. (1976); La Chambre verte (1978).


lascia un commento
blog comments powered by Disqus