Condividi

 
Attenzione! ATTENZIONE!

Quando clicchi sul pulsante "Ordina Ora" potrebbe non aprirsi la pagina con il riepilogo dei dati del libro scelto: questo dipende dal fatto che sul tuo pc non installato un client di posta. Quindi, per completare l'ordine, devi inviare una email a: ordini@tulliopironti.it con i tuoi dati e quelli del libro scelto.
 

ITALIA DESDE FUERA

ITALIA DESDE FUERA

La percezione dellItalia nella cultura ispanica


PUERTA DEL SOL
collana diretta da Augusto Guarino

VOLUME I

 

 

«Gli intellettuali spagnoli si avvalgono degli avvenimenti d’Italia come cassa di risonanza per le proprie preoccupazioni e per interpretare la politica a partire dal dibattito sull’identità nazionale fino alla questione del regime».

Paul Aubert

«Perché nell’incrocio tra stato e nazione si staglia il ruolo che devono giocare i popoli. E il protagonismo dei popoli è multiforme e polimorfo. Come perfettamente intuì Giuseppe Garibaldi, grande interprete dei sentimenti popolari in territori tanto diversi tra loro, in Europa o nelle Americhe».

Giuseppe Grilli

 


A cura di Maria Alessandra Giovannini
Germana Volpe
Formato:140x210
Pagg.362
978-88-7937-630-3
€ 14,00


Nel corso del 2011 numerose sono state le celebrazioni e le iniziative volte a commemorare l’unità d’Italia, di cui ricorreva il 150° anniversario. Inserendosi in una delicata congiuntura storica, politica, economica e sociale, l’occasione è stata propizia per avviare attente riflessioni non solo sul periodo risorgimentale, in cui si sono forgiati quegli ideali che hanno consentito al popolo italiano di unirsi faticosamente sotto un’unica bandiera, ma anche sulla fisionomia che il nostro Paese ha acquisito nel tempo, fino ai giorni nostri, in cui l’Italia – e con essa tutti gli stati membri dell’Unione Europea – è chiamata a ripensare un’identità nazionale che da un lato preservi il proprio patrimonio culturale e dall’altro favorisca il costituirsi di una nuova identità sovranazionale europea. Anche in quest’ottica è opportuno interrogarsi sul contributo offerto dalla cultura del nostro Paese e sulla percezione dell’Italia unita che si è venuta a creare in Europa e, più in generale, nel mondo.
Nell’ambito di una tradizione di studi, ormai consolidata, sui rapporti italo-iberici, il presente volume raccoglie una serie di saggi ispirati al tema dell’immagine dell’Italia in Spagna e Ispanoamerica: il doppio versante corrisponde al desiderio di offrire una pluralità di approcci che, pur accomunati dall’argomento, tendano a diversificarlo secondo una prospettiva che i linguisti definirebbero diatopica; e corrisponde anche alle due “anime” dell’ispanismo dell’Università degli Studi di Napoli “L’Orientale”, nel cui seno nasce il progetto di questa pubblicazione, che nondimeno riunisce anche i contributi di studiosi di altre Università italiane e straniere.
In questo volume troviamo saggi di carattere storico e storiografico, come ad esempio quelli di Giuseppe Grilli (Echi del Risorgimento italiano nelle risorgenze iberiche) e Paul Aubert (Los españoles frente a la unidad italiana), ma soprattutto di carattere letterario, come quelli di Giovanni Battista De Cesare (José Enrique Rodó e l’Italia) e Augusto Guarino (L’Italia in alcuni narratori spagnoli contemporanei) fra gli altri, con uno sguardo sempre rivolto alla contemporaneità.

Maria Alessandra Giovannini è nata a Napoli ed è docente di Lingua Spagnola, di Letteratura Spagnola contemporanea e di Letteratura Catalana contemporanea presso l’Università degli Studi di Napoli “L’Orientale”. Ricercatrice di Lingua Spagnola dal 2002, il suo campo di ricerca spazia fra la letteratura spagnola contemporanea, il teatro del Siglo de Oro, la didattica dello spagnolo come L2 e le traduzioni di testi letterari dal castigliano e dal catalano. Ha collaborato con l’Universitat Autònoma di Barcellona per l’edizione critica della “comedia” La hermosa Alfreda di Lope de Vega y Carpio, pubblicata nella Parte Novena de las comedias de Lope de Vega, edizione a cura di Marco Presotto, Barcelona (Editorial Milenio, 2007). Nel 2009 ha pubblicato la traduzione in italiano del volume di poesie di José-Miguel Ullán, Ráfagas/Raffiche, in collaborazione con l’“Instituto Cervantes” di Napoli (Ad est dell’equatore). Nel 2012 ha pubblicato la monografia sulla narrativa dello scrittore Juan José Millás, La memoria, l’identità, la scrittura: l’universo narrativo di fine millennio di Juan José Millás (Il Torcoliere) e l’edizione critica della “comedia” La hermosa Alfreda di Lope de Vega (Il Torcoliere).

Germana Volpe è nata a Napoli ed è ricercatrice di Letteratura Spagnola presso l’Università degli Studi di Napoli “L’Orientale” dal 2004. La sua ricerca si è orientata prevalentemente verso il teatro spagnolo del Siglo de Oro e verso le comedias colaboradas; ha infatti curato l’edizione critica di El Monstruo de la fortuna. La lavandera de Nápoles. Felipa Catanea, scritta da Pedro Calderón de la Barca, Juan Pérez de Montalbán e Francisco de Rojas Zorrilla (Il Torcoliere, 2006). Un altro campo di interesse è costituito dalla letteratura contemporanea: ha infatti pubblicato saggi su Gustavo Adolfo Bécquer, Ramón María de Valle-Inclán, Francisco Ayala, Luis Landero.


lascia un commento
blog comments powered by Disqus