Condividi

 
Attenzione! ATTENZIONE!

Quando clicchi sul pulsante "Ordina Ora" potrebbe non aprirsi la pagina con il riepilogo dei dati del libro scelto: questo dipende dal fatto che sul tuo pc non Ŕ installato un client di posta. Quindi, per completare l'ordine, devi inviare una email a: ordini@tulliopironti.it con i tuoi dati e quelli del libro scelto.
 

Il Camorrista

Il Camorrista

Vita segreta di don Raffele Cutolo

Avvincente come Il Padrino eppure documentato (per la prima volta) sulle testimonianze e le rivelazioni del protagonista, questo libro è un diario del "professore"; racconta i suoi delitti, i suoi traffici, gli amori, le debolezze, le trame oscure legate al clamoroso caso Cirillo, che vide Cutolo nei panni del mediatore fra lo Stato e i terroristi che avevano rapito l'assessore regionale campano.


GIUSEPPE MARRAZZO
Formato:Pagg. 230
88-7937-042-1
€ 11,00


Camorra, mafia, 'ndrangheta, uomini di rispetto, gregari e manovali del crimine: una storia esemplare e allucinante. Una storia vera, soprattutto raccontata con il piglio del grande romanzo d'azione. Da questo libro è stato tratto il film interpretato da Ben Gazzarra con la regia di Giuseppe Tornatore.


Racconta Tullio Pironti: «Ero agli inizi della mia carriera come editore, non ero nessuno. Incontrai casualmente Joe in un ristorante di Napoli, non lo conoscevo ma trovai il coraggio per fargli a bruciapelo la proposta di un libro su Cutolo.
Gli piacque l’idea e dopo pochi giorni firmammo il contratto. Nel tempo divenimmo amici. Dopo un paio d’anni gli dissi: “Joe, non mi importa più nulla del libro, del contratto, dell’anticipo che ti ho dato. Perché in te ho trovato un amico vero”.
E lui, di tutta risposta: “Tra quindici giorni avrai il libro».
da il Riformista Leggi tutto l'articolo»»
 

Giuseppe Marrazzo, (Nocera inferiore 1928 - Roma 1985) cominciò giovanissimo l'attività giornalistica presso il quotidiano napoletano Il Mattino d'Italia. Lavorò come inviato in molti quotidiani e settimanali nazionali tra i quali Omnibus, Epoca, Tempo, Illustrato. In televisione cominciò a collaborare, con inchieste e servizi, sin dal 1965, a TV7, Cordialmente, Europa Giovani e ad AZ, la ribrica per la quale realizzò le maggiori inchieste sulla mafia, sulla 'ndrangheta, sul traffico della droga, sulla camorra. Su questi aspetti della vita italiana proseguì con puntuali approfondimenti per la rubrica Dossier e per il TG2. Ottenne numerosi premi giornalistici e nel 1978 fu dichiarato Cronista dell'anno.
Nella trasmissione Blu Notte, lo straordinario programma di Carlo Lucarelli, sono state spesso riproposte alcune delle sue inchieste televisive su mafia e camorra.


lascia un commento
blog comments powered by Disqus