Condividi

 
Attenzione! ATTENZIONE!

Quando clicchi sul pulsante "Ordina Ora" potrebbe non aprirsi la pagina con il riepilogo dei dati del libro scelto: questo dipende dal fatto che sul tuo pc non installato un client di posta. Quindi, per completare l'ordine, devi inviare una email a: ordini@tulliopironti.it con i tuoi dati e quelli del libro scelto.
 

Camorra Dobermann

Camorra Dobermann

«Danilo Iacuelli è il nuovo Quentin Tarantino»
Peppe Lanzetta


Danilo Iacuelli
A cura di Camillo Benevento
Formato:14x21
Pagg.274
978-88-7937-577-1
€ 13,00


C’è un filo sottile che lega la criminalità organizzata alla politica, alle forze dell’ordine e all’intero sistema mediatico che comanda le nostre vite: il potere. Entrare a far parte dell’Organizzazione può significare talvolta per taluni dare una svolta alla propria esistenza. All’interno dell’Organizzazione sei tu che decidi della tua vita: puoi diventare un pusher e spacciare droga ai “fantasmi”, oppure farti puttana di strada, che si vende per dieci euro; se sei un marchettaro effeminato cocainomane e sei pronto a uccidere pur di uscire dalla fogna in cui vivi, in una lurida casa popolare, con tua madre sottomessa a un marito ubriacone e violento, puoi finanche arrivare a diventare il capo di una spietata gang affiliata a uno dei clan più potenti della città.

In una Napoli corrotta, dove convivono nell’illegalità nigeriani e cinesi, polacchi e ucraini, greci e indiani, il lettore scende a mani nude nell’underground metropolitano. A fargli compagnia personaggi come Kalashnikov, specializzato nel far sparire i cadaveri che killer come Dobermann, poliziotto allevato dall’Organizzazione, gli consegnano in custodia; e Bulldog Genny, capo di una gang che insieme ai suoi scagnozzi, Lupo Cane Secco e K.O., fa tremare al suo passaggio persino l’asfalto rosso sangue di una città ormai senza possibilità di riscatto.

Danilo Iacuelli, è nato a Salvador de Bahia in Brasile nel 1984. Vive tra Napoli e Roma.

Ha studiato regia sotto la direzione artistica di Giuseppe Ferrara. È critico cinematografico per la rivista «Filmaker's Magazine» e ha collaborato con i quotidiani campani «Cronache di Napoli», «Roma» e «Corriere del Mezzogiorno».

È autore di lungometraggi e corti girati in digitale e di due saggi cinematografici, Giuseppe Ferrara: il cinema della verità (Studio Editoriale Gordini, 2006) e Applicazioni del cinema sul bambino (Edizioni Falsopiano, 2007).

Con lo pseudonimo di Daniel Jovovanovich ha firmato i tre romanzi che compongono la "trilogia dell'adolescenza": Cani arrabbiati (De Rocco Edizioni, 2007), Little Girl Soldier (Studio Editoriale Gordini, 2007) e Fuga da Napoli (Tullio Pironti, 2007). Del 2008 è il fortunato Tokay (Tullio Pironti).
Con Camorra Dobermann si conclude la “trilogia della CamorrAcademy”, inaugurata da Bad Rottweiler (Tullio Pironti, 2010) e proseguita con Infamous Dogs (Ad est dell’equatore, 2011).


lascia un commento
blog comments powered by Disqus